L’insegnamento di Nichiren Daishonin spiega che è impossibile sradicare i desideri senza sradicare la vita stessa e che reprimerli significherebbe solo farli riapparire sotto qualche altra forma come per esempio vari tipi di nevrosi o sensi di colpa. La vera sfida perciò sta nel sublimare i nostri desideri e riorientarli verso fini creativi e di valore.

Come ha scritto Daisaku Ikeda:<< La vera felicità non è l’assenza di sofferenza. Il cielo non può essere sereno tutti i giorni. La vera felicità sta nel costruire un io che si erge dignitoso e indomabile. Felicità non significa avere una vita libera dalle difficoltà, ma essere in grado di raccogliere l’indomito coraggio e l’incrollabile convinzione per affrontare e superare qualunque difficoltà senza esserne minimamente scossi>>.